ULTIMI TEMPI


 
IndiceCalendarioFAQCercaLista utentiGruppiRegistrarsiAccedi
Ultimi argomenti
» se donerai un sorriso
Sab Ott 19, 2013 6:09 pm Da filippo

» una stella ti fa ricordare
Ven Ott 11, 2013 10:02 pm Da filippo

» dona l'amore
Ven Ott 11, 2013 9:12 pm Da filippo

» un ricordo
Gio Ott 10, 2013 9:14 pm Da filippo

» il cielo e il sole e il mare
Gio Ott 10, 2013 9:14 pm Da filippo

» LADRO DEL TEMPO
Gio Ott 10, 2013 7:00 pm Da filippo

» TORNADO MOSTRO IN USA
Sab Ott 05, 2013 5:38 pm Da filippo

» GUARDAVO LA BELLEZZA
Ven Ott 04, 2013 9:35 pm Da filippo

» INGHILTERRA, USA, AUSTRALIA, CANADA SONO PEGGIO DI SODOMA
Mer Ott 02, 2013 7:36 pm Da filippo

» QUANDO IL TUO CUORE
Mar Ott 01, 2013 3:10 pm Da filippo


contatori internet

http://www.finedeitempi.altervista.org/

 

http://www.peterjamesx.com/

Chi è in linea
In totale ci sono 2 utenti in linea :: 0 Registrato, 0 Nascosti e 2 Ospiti :: 2 Motori di ricerca

Nessuno

Il numero massimo degli utenti in linea è stato 98 il Mer Nov 26, 2014 10:00 pm

Condividere | 
 

 LA LEZIONE DI ACAN SI APPLICA A NOI AL GIORNO D’OGGI

Vedere l'argomento precedente Vedere l'argomento seguente Andare in basso 
AutoreMessaggio
filippo



Data d'iscrizione : 27.01.10
Età : 37

MessaggioOggetto: LA LEZIONE DI ACAN SI APPLICA A NOI AL GIORNO D’OGGI   Ven Gen 04, 2013 11:54 pm

C’è un serio problema che influisce molte persone al giorno d’oggi.
Questo problema e le sue conseguenze sono chiaramente dichiarate
nel libro di Giosué, capitoli da 1 a 7.

Dobbiamo comprendere che ogni associazione con qualsiasi cosa
che l’Eterno Dio qualifica ‘ Maledetta” causa un problema molto serio,
fino a che non viene rimosso.
Non non fa la minima differenza di quello che crediamo.
Quando l’Eterno Dio ci ordina direttamente o attraverso i suoi servi
dobbiamo fare attentamente attenzione.

È piuttosto impossibile sottolineare
come critica è ‘l’Ubbidienza Assoluta.’

Leggete: UBBIDITE O PERITE


http://www.peterjamesx.com/Italian/Italian%20Docs%202010/Obey%20Or%20Perish.htm




È la lezione principale che l’umanità ha rifiutato di attenersi e ubbidire.
Non fa alcuna differenza se si è cristiano o non cristiano.
La realtà è che la lezione sarà imparata o con la via facile
o difficile e molto dolorosa.

Matteo 7:4 O come potrai dire al tuo fratello:
permetti che tolga la pagliuzza dal tuo occhio,
mentre nell'occhio tuo c'è la trave?
Matteo 7:5 Ipocrita, togli prima la trave dal tuo occhio
e poi ci vedrai bene per togliere la pagliuzza dall'occhio del tuo fratello.

Siamo tutti esperti a trovare i problemi degli altri, ma non i nostri
e anche quando ci sono mostrati, molte volte andiamo avant allegramente
facendo le nostre cose. Questo non è solo per il nostro danno
ma anche per il Corpo di Cristo.

Facciamo un serio sbaglio:
Se scegliamo d’ignorare un problema credendo che con il tempo passerà.
Se scegliamo che non è il nostro problema.
Se pensiamo che siccome studiamo la bibbia e preghiamo,
quindi non ci possono essere nessun problema.
Se pensiamo che Dio ci parla e non ha niente di lamentarsi,
allora tutto va bene. Spesso non ci è mai venuto in mente
che l’Eterno Dio puo’ averci mandato un suo messaggero
per illuminarci, ma nella nostra cecità scegliamo
di non accettare quello che ci è stato detto.

Geremia 25:4 «Dice il SIGNORE Dio di Israele:
Come si ha riguardo di questi fichi buoni,
così io avrò riguardo, per il loro bene,
dei deportati di Giuda che ho fatto andare da questo luogo
nel paese dei Caldei.

Come potete sapere che tale persona è stata mandata da voi?

Matteo 7:20 Dai loro frutti dunque li potrete riconoscere.

È assolutamente vero che l’Eterno Dio è un Dio di amore
per definizione. Ma deve anche essere un Dio di giudizio.

1 Giovanni 4:8 Chi non ama non ha conosciuto Dio,
perché Dio è amore.
1 Giovanni 4:16 Noi abbiamo riconosciuto e creduto all'amore
che Dio ha per noi. Dio è amore; chi sta nell'amore dimora in Dio
e Dio dimora in lui.

Ci sbagliamo completamente nella menzogna che tutto è accettabile
perchè Dio è amore.
Ragioniamo che ora tutto va bene perchè siamo sotto il Nuovo Accordo.
Questa è la definizione sbagliata della Grazia.

Giovanni 14:15 Se mi amate, osserverete i miei comandamenti.

Inoltre l’Eterno Dio può perdonare tutti i peccati a dispetto
di quanto abominevoli possono essere.
Tuttavia, assolutamente in nessun luogo ci è stato detto
che leverà la penalità per il peccato. Può essere ritardato,
ma prima o poi il prezzo deve essere pagato.

L’Eterno Dio non comprometterà per nulla per nessuno.

La lezione di Giosuè capitoli da 1 a 7 ci mostra chiaramente
che l’Eterno Dio è anche un Dio di giudizio e deve essere ubbidito.

È una delle critiche lezioni fondamentali, insegnato da Genesi all’Apocalisse>.
Ignoriamo questo fatto a nostro danno personale e a quello
del Corpo di Cristo.

In questo tempo critico nella storia del mond, ci dovremo rendere umili
e mettere in ordine le nostre case, perchè è più tardi
di quello che pensiamo.
Molti anni fa ci era stato detto che non dobbiamo pensare
di essere insostituibili, perchè non lo siamo.

L’Eterno Dio aveva scelto Giosué
come nuovo capo della Biblica Israele, dopo la morte di Mosè.
Non era stato scelto con votazione.
La descrizione del lavoro di Giosué era preciso
Ubbidisci all’Eterno Dio in tutte le cose e il successo sarà garantito.

Giosuè 1:7 Solo sii forte e molto coraggioso,
cercando di agire secondo tutta la legge
che ti ha prescritta Mosè, mio servo.
Non deviare da essa né a destra né a sinistra,
perché tu abbia successo in qualunque tua impresa.
Giosuè 1:8 Non si allontani dalla tua bocca il libro
di questa legge, ma mèditalo giorno e notte,
perché tu cerchi di agire secondo quanto vi è scritto;
poiché allora tu porterai a buon fine le tue imprese
e avrai successo.
Giosuè1:9 Non ti ho io comandato: Sii forte e coraggioso?
Non temere dunque e non spaventarti,
perché è con te il SIGNORE tuo Dio, dovunque tu vada».

Tutte le tribù della Biblica Israele avevano capito le istruzioni
di Giosuè e le stesse persone avevano detto che quelli
che si sarebbero ribellati contro Giosuè dovevano morire.

Giosuè1:17 Come abbiamo obbedito in tutto a Mosè,
così obbediremo a te; ma il Signore tuo Dio sia con te
come è stato con Mosè.

Questo mostra che le tribù d’Israele non erano ignari della volontà
dell’Erterno Dio.

Giosuè 1:18 Chiunque disprezzerà i tuoi ordini
e non obbedirà alle tue parole in quanto ci comanderai,
sarà messo a morte. Solo, sii forte e coraggioso».

Malgrado tutto il summenzionato, ci è detto che “i bambini
d’Israele avevano peccato” e il SIGNORE era molto arrabbiato con loro

Significava che come dichiarato nel verso summenzionato
alcuni sarebbero morti.

Giosuè 7:1 Gli Israeliti si resero colpevoli di violazione quanto allo sterminio
............
e allora la collera del Signore si accese contro gli Israeliti.

La parte nel centro del verso summenzionato che ho omesso,
fa chiaro che solo un uomo, Acan aveva peccato,
ma il peccato di questo uomo aveva avuto delle gravi conseguenze.
Tutte le nazioni della Biblica Israele avevano sofferto
a causa del peccato di Acan. Molte persone erano morte

Acan aveva peccato qualcosa che l’Eterno Dio aveva detto
che era maledetto.

Delle volte l’uomo sceglie di non capire che ‘Nessun uomo è un’isola’.
Dobbiamo solo prendere in considerazione le conseguenze
del peccato di Adamo e Eva.
Ogni essere umano che vive o vivrà, è o sarà danneggiato dal suo peccato.

Ci piace dire che sempre che non facciamo del male agli altri
possiamo fare quello che ci piace.
Non è proprio il caso

In Giosuè, capitolo 1, vediamo che Giosuè che aveva sostituito Mosè
era veramente un uomo fedele e l’Eterno Dio gli aveva fatto grandi promesse.
Ecco una delle tante promesse

Giosuè 1:5 Nessuno potrà resistere a te
per tutti i giorni della tua vita; come sono stato con Mosè,
così sarò con te; non ti lascerò né ti abbandonerò.
Giosuè 1:6 Sii coraggioso e forte, poiché tu dovrai
mettere questo popolo in possesso della terra
che ho giurato ai loro padri di dare loro

Si può vedere come l’Eterno Dio lavorava potentemente con Giosué
Giosué e le tribù d’Israele avevano attraversato il fiume Giordano
che si era ritirato ed era diventato una terra secca e aveva loro permesso
di traversarlo, proprio come il Fiume Rosso che aveva loro permesso
di scappare dal faraone.
Fu una grandissimo miracolo.

La prima città catturata da Giosué era stata Gerico.
Questa è una grandissima lezione per noi.
Le mura doppie di Gerico erano massive.
Gli abitanti pensavano di essere invincibili.
Allo stesso modo uno può pensare che la cosa maledetta era troppo grande
per essere trattata.
Non è per niente vero
È l’Eterno Dio che aveva fatto cadere le mura di Gerico
Rendetevi umili e sottomettetevi a Lui e farà la stessa cosa
per la vostra situazione.








iagramma della schematica sezione traversale del sistema
della fortificazione di Gerico basato sulla trincea occidentale di Kenyon'

Si può vedere che tutta la nazione della Biblica Israele aveva ubbidito
all’ordine di non toccare niente della città maledetta.

Garstang e Kenyon avevano trovato molti magazzini pieni di cereali.
Questo è l’unico cosa trovata negli annali dell’archeologia.
Il grano aveva valore, non solo come sorgente di cibo, ma anche
come prodotto che poteva essere barattato. In condizioni normali
oggetti preziosi come il grano sarebbero stati saccheggiati
dai conquistatori. Perchè il grano fu lasciato in Gerico?
La bibbia provvede la risposta. Giosuè aveva ordinato agli Israeliti
che la città e tutto quello che c’era doveva essere dedicata al Signore.
(Giosué 6:17, lit. Heb.).

Catturarono la città ubbidendo esattamente a quello
che l’Eterno Dio aveva loro detto di fare.
Avevano camminato in silenzio intorno alla città per sei giorni.

Giosuè 6:10 Al popolo Giosuè aveva ordinato:
«Non urlate, non fate neppur sentire la voce
e non una parola esca dalla vostra bocca finché vi dirò:

Lanciate il grido di guerra, allora griderete».

Giosuè 6:15 Al settimo giorno essi si alzarono
al sorgere dell'aurora e girarono intorno alla città
in questo modo per sette volte; soltanto in quel giorno
fecero sette volte il giro intorno alla città.
Giosuè 6:15 Alla settima volta i sacerdoti diedero
fiato alle trombe e Giosuè disse al popolo:
«Lanciate il grido di guerra perché il SIGNORE
mette in vostro potere la città.

Ho avuto questa informazione molti anni fa.
Aveva dichiarato che sembrava che i muri erano spinti verso il suolo.
Sembra che questo dica la stessa cosa.
Cosi anche quando erano crollati, non erano un ostacolo.
Che miracolo incredibile!
La lezione per noi è che non dobbiamo mai avere paura
di agire in modo di portare le istruzioni di Dio.

Dopo il settimo giro intorno alla città nel settimo giorno,
la Scrittura ci dice che le mura della città crollarono (Giosuè 6:20).

Gerico doveva essere stato un posto eccessivamente malvagio.
Possiamo vedere che tutta la città era maledetta, anche gli animali.
C’erano possibilmente mezzosangue, nefilini, bio-ingegneria
e bestialità che avevano inquinato gli animali.
L’idolatria e i sacrifici umani erano normali.

La sentenza era distruzione totale
Se leggete i libri della legge come per esempio Deuteronomio
vedrete chiaramente gli avvertimenti di non fare le pratiche pagane
che si fanno sul luogo a loro donato.
Sfortunatamente la Biblica Israele aveva adottato tutte queste orribili pratiche
e lo fa ancora al giorno d’oggi.

Documento: LA SINAGOGA DI SATANA



http://www.peterjamesx.com/Italian/Italian%20Docs/The%20Synagogue%20Of%20Satan.htm





Assolutamente tutto era maledetto

Giosuè 6:17 La città con quanto vi è in essa
sarà votata allo sterminio per il SIGNORE;
soltanto Raab, la prostituta, vivrà e chiunque è con lei nella casa,
perché ha nascosto i messaggeri che noi avevamo inviati.

Le persone erano state prevenute di non prendere niente dalla città,
perchè era maledetta. Se una persona avesse disubbidito
sarebbe stata maledetta sia lei che tutta la nazione d’Israele.

Giosuè 6:18 Solo guardatevi da ciò che è votato allo sterminio,
perché, mentre eseguite la distruzione, non prendiate
qualche cosa di ciò che è votato allo sterminio e rendiate così votato
allo sterminio l'accampamento di Israele e gli portiate disgrazia.

Poi ci è stato detto che l’argento, l’oro e gli oggetti di rame
e di ferro dovevano essere messi nella tesoreria del Tempio.

Giosuè 6:19
Tutto l'argento,
l'oro e
gli oggetti di rame
e di ferro
sono cosa sacra per il SIGNORE, devono entrare nella tesoreria del SIGNORE».

Giosuè aveva salvato Raab come le spie avevano promesso.
La città era stata completamente distrutta e quasi tutto l’oro, l’argento
e tutti gli oggetti di rame e di ferro erano stati messi nella tesoreria
del SIGNORE.

Giosuè 6:24 Incendiarono poi la città e quanto vi era,
soltanto l'argento, l'oro e gli oggetti di rame
e di ferro deposero nel tesoro della casa del SIGNORE.
Giosuè 6:25 Giosuè però lasciò in vita Raab, la prostituta,
la casa di suo padre e quanto le apparteneva, ed essa abita
in mezzo ad Israele fino ad oggi, perché aveva nascosto
gli esploratori che Giosuè aveva inviato a Gerico.

In Giosué, capitolo 7 quelli della nazione della Biblica Israele erano andata
a conquistare la città di Ai e avevano progettato di conquistarla
come era stato loro ordinato. Ancora una volta avevano mandato fuori le spie
che avevano riferito che si trattava di una piccola città e sarebbe stata facile
conquistarla con 2/3 mila soldati.

Giosué aveva avuto un completo disastro, invece della vittoria
che era stata promessa in Giosué, capitolo 1

Giosuè 7:4 Vi andarono allora del popolo circa tremila uomini,
ma si diedero alla fuga dinanzi agli uomini di Ai.
Giosuè 7:5 Gli uomini di Ai ne uccisero circa trentasei,
li inseguirono davanti alla porta fino a Sebarim
e li colpirono nella discesa. Allora al popolo
venne meno il cuore e si sciolse come acqua.

Giosuè era completamente scovolto
che aveva dato la colpa a Dio per il disastro

Giosuè 7:6 Giosuè si stracciò le vesti, si prostrò
con la faccia a terra davanti all'arca del SIGNORE
fino alla sera e con lui gli anziani di Israele
e sparsero polvere sul loro capo.
Giosuè 7:7 Giosuè esclamò: «SIGNORE Dio,
perché hai fatto passare il Giordano a questo popolo,
per metterci poi nelle mani dell'Amorreo e distruggerci?
Se avessimo deciso di stabilirci oltre il Giordano!
Giosuè 7:8 Perdonami, SIGNORE: che posso dire,
dopo che Israele ha voltato le spalle ai suoi nemici?
Giosuè 7:9 Lo sapranno i Cananei e tutti gli abitanti della regione,
ci accerchieranno e cancelleranno il nostro nome dal paese.
E che farai tu per il tuo grande nome?».

Il SIGNORE aveva domandato a Giosué perchè era prostato sul terre
e gli aveva detto di alzarsi.

Giosué 7:10 Rispose il SIGNORE a Giosuè:
«Alzati, perché stai prostrato sulla faccia?

Non era venuto in mente a Giosuè che c’era il peccato nel suo campo.
Per misericordia l’Eterno Dio aveva detto a Giosuè la ragione
della loro sconfitta.
È esattamente la stessa cosa al giorno d’oggi
e questo è lo scopo di questo documento.
Dobiamo renderci conto che non abbiamo pace
perchè c’è qualcosa definita e legale nelle nostre case .
Possiamo non conoscere la ragione come Giosuè
oppure scegliamo di continuare a raccogliere le conseguenze.

Questo non è solamente serio, ma critico, perchè ci è stato chiaramente
detto che l’Eterno Dio non sarà con noi, malgrado quello che possiamo
pensare e le scuse che possiamo fare per la nostra ribellione.
La reazione automatica è d’ingannare noi stessi e darci il permesso
di continuare ad andare giù nella strada della rovina.

Giosuè 7:11 Israele ha peccato. Essi hanno trasgredito
l'alleanza che avevo loro prescritto e hanno preso
ciò che era votato allo sterminio: hanno rubato,
hanno dissimulato e messo nei loro sacchi!
Giosuè 7:11 Gli Israeliti non potranno resistere ai loro nemici,
volteranno le spalle ai loro nemici, perché sono incorsi
nello sterminio. Non sarò più con voi, se non eliminerete
da voi chi è incorso nello sterminio.

Dobbiamo anche comprendere che erano morte 36 persone.
Quindi Acan era colpevole di omicidio per avere causato
personalmente la loro morte.

Dobbiamo mettere nelle nostre dure menti
che la nostra ribellione prolunga la terribile sofferenza
ad altre persone che possiamo vedere alla televisione
e nelle varie stampe.

Siamo responsabili proprio come Acan.

Dobbiamo anche comprendere che possiamo ingannare noi stessi
pensando che non facciamo niente di sbagliato,
quando in effetti causiamo seri danni al Corpo di Cristo.
Stiamo letteralmente causando tutti i tipi di dolore e di sofferenze
al Corpo di Cristo e come ho detto prolunghiamo il dolore
di milioni di persone innocenti.
Ci interessa veramente?
Acan non aveva considerato per niente che aveva causato dolore
e morte di altre persone e noi siamo lo stesso.

È l’Eterno Dio che aveva messo Mosè e Giosuè sulle nazioni
della Biblica Israele. È un fatto semplice che molte persone
sotto di loro avrebbero preferito qualcun d’altro.
Anche Aaronne e Miriam, fratello e sorella la pensavano come gli altri.

Numeri 12:1 Miriam e Aaronne parlarono contro Mosè
a causa della donna etiope che aveva sposata;
infatti aveva sposato una Etiope.
Numeri 12:2 Dissero: «Il SIGNORE ha forse parlato
soltanto per mezzo di Mosè? Non ha parlato anche
per mezzo nostro?». Il SIGNORE udì.

Ecco il giudizio dato dall’Eterno Dio riguardo Mosè

Numeri 12:3 Ora Mosè era molto più mansueto
di ogni uomo che è sulla terra.

L’Eterno Dio aveva domandato a Aaronne e Miriam
se non avevano paura di lamentarsi di Mosè.

Numeri 12:8 Bocca a bocca parlo con lui,
in visione e non con enigmi
ed egli guarda l'immagine del SIGNORE.
Perchè non avete temuto
di parlare contro il mio servo Mosè?».

Il Signore era molto furioso con loro

Numeri 12:9 L'ira del SIGNORE si accese
contro di loro ed Egli se ne andò;

Miriam era diventata lebbrosa.

Numeri 12:10 la nuvola si ritirò di sopra alla tenda
ed ecco Miriam era lebbrosa, bianca come neve;
Aaronne guardò Miriam ed ecco era lebbrosa.

Io credo che Aaronne non era diventato lebbroso,
perchè era il Sommo Sacerdote.
Se fosse successo sarebbe stato squalificato dalla sua posizione
di Sommo Sacerdote.
Aaronne aveva già perso due figli nel deserto del Sinai
a causa della loro ribellione.
La lezione è chiara,alla fine la ribellione conduce alla morte

Numeri 3:4 Nadab e Abiu morirono davanti al SIGNORE,
quando offrirono fuoco profano davanti al SIGNORE,
nel deserto del Sinai. Essi non avevano figli
ed Eleazaro e Itamar esercitarono il sacerdozio
in presenza di Aaronne, loro padre.

Miriam era stata guarita dalla lebbra solo perchè suo fratello Mosè,
aveva pregato per lei.

Numeri 12:13 Mosè gridò al SIGNORE: «Guariscila, Dio!».
Numeri 12:14 Il Signore rispose a Mosè: «Se suo padre
le avesse sputato in viso, non ne porterebbe essa vergogna
per sette giorni? Stia dunque isolata fuori dell'accampamento
sette giorni; poi vi sarà di nuovo ammessa»

Dobbiamo capire che non è per la nostra intelligenza
determinare quello che è meglio per il Corpo di Gesù Cristo.
Come Aaronne e Miriam possiamo pensare quello che vogliamo
e fare esattamente quello che vogliamo,
tuttavia ci sono sempre dellle conseguenze

1 Corinzi12:18 Ora, invece, Dio ha disposto le membra
in modo distinto nel corpo, come egli ha voluto

1 Corinzi 12:26 Quindi se un membro soffre,
tutte le membra soffrono insieme;
e se un membro è onorato,
tutte le membra gioiscono con lui
1 Coriinzi 12:27 Ora voi siete corpo di Cristo
e sue membra, ciascuno per la sua parte.
1 Corinzi 12:28 Alcuni perciò Dio li ha posti
nella Chiesa in primo luogo come apostoli,
in secondo luogo come profeti,
in terzo luogo come maestri;
poi vengono i miracoli,
poi i doni di far guarigioni,
i doni di assistenza, di governare, delle lingue

Acan pensava di essere isolato e sano nella sua tenda
e di potere fare quello che voleva.
Si sbagliava di grosso.
Al giorno d’oggi molte persone fanno lo stesso.
La penalità della morte per la disubbidienza è chiaramente dichiarata
in Giosuè, capitolo 1

Giosuè 1:18 Chiunque disprezzerà i tuoi ordini
e non obbedirà alle tue parole in quanto ci comanderai,
sarà messo a morte. Solo, sii forte e coraggioso».

Acan aveva anche rubato dall’Eterno Dio.

Giosuè 7:19 Tutto l'argento, l'oro e gli oggetti di rame
e di ferro sono cosa sacra per il SIGNORE,
devono entrare nel tesoro del SIGNORE».

Acan era stato identificato come il colpevole.
Sapeva quello che aveva fatto e aveva detto a Giosuè
che quello che aveva rubato si trovava nella sua tenda.

Giosuè 7:20 Rispose Acan a Giosuè:
«In verità, proprio io ho peccato contro il SIGNORE,
Dio di Israele, e ho fatto questo e quest'altro.
Giosuè 7:21 Avevo visto nel bottino un bel mantello
di Sennaar, duecento sicli d'argento e un lingotto
d'oro del peso di cinquanta sicli; ne sentii bramosia
e li presi ed eccoli nascosti in terra in mezzo
alla mia tenda e l'argento è sotto».
Giosuè 7:22 Giosuè mandò allora messaggeri
che corsero alla tenda, ed ecco tutto era nascosto
nella tenda e l'argento era sotto

Tutta la nazione della Biblica Israele era stata avvertita
di non prendere niente che c’era a Gerico,
perchè tutto compreso la popolazione era maledetto.

Giosuè 6:18 Solo guardatevi da ciò che è votato
allo sterminio, perché, mentre eseguite la distruzione,
non prendiate qualche cosa di ciò che è votato
allo sterminio e rendiate così votato allo sterminio
l'accampamento di Israele e gli portiate disgrazia.

Giosuè 7:20 Rispose Acan a Giosuè: «In verità,
proprio io ho peccato contro il SIGNORE,
Dio di Israele, e ho fatto questo e quest'altro.
Giosuè 7:21 Avevo visto nel bottino un bel mantello
di Sennaar, duecento sicli d'argento e un lingotto d'oro
del peso di cinquanta sicli; ne sentii bramosia e li presi
ed eccoli nascosti in terra in mezzo alla mia tenda e l'argento è sotto»

Giosuè 7:22 Giosuè mandò allora messaggeri
che corsero alla tenda, ed ecco tutto era nascosto
nella tenda e l'argento era sotto.
Giosuè 7:23 Li presero dalla tenda, li portarono a Giosuè
e a tutti gli Israeliti e li deposero davanti al Signore.

Giosuè 7:24 Giosuè allora prese Acan di Zerach
e l'argento, il mantello, il lingotto d'oro, i suoi figli, le sue figlie,
il suo bue, il suo asino, le sue pecore, la sua tenda
e quanto gli apparteneva. Tutto Israele lo seguiva
ed egli li condusse alla valle di Acor.
Giosuè 7:25 Giosuè disse: «Come tu hai portato sventura a noi,
così il SIGNORE oggi la porti a te!». Tutto Israele lo lapidò,
li bruciarono tutti e li uccisero tutti a sassate.
Giosuè 7:26 Eressero poi sul posto un gran mucchio
di pietre,che esiste fino ad oggi.Il SIGNORE allora desistette
dal suo tremendo sdegno. Per questo quel luogo
si chiama fino ad oggi Valle di Acor.

Ecco la lezione per noi oggi.
Forse abbiamo qualcosa in casa nostra che è qualificata
come un’abominazione, allora abbiamo inevitabilmernte un problema.
È un principio infrangibile .
Non fa alcuna differenza come queste cose si trovano in casa nostra.
Il nostro ambiente sarà maledetto e malgrado quello
che possiamo pensare, l’Eterno Dio non sarà più con noi.
Possiamo pensare che osserviamo i comandamenti,
studiamo la Bibbia, preghiamo e anche crediamo
che sentiamo dallo stesso Eterno Dio, ma secondo Giosuè, capitolo 7
fino a che il problema non viene risolto tutto il resto è piuttosto inutile.

Naturalmente connesso direttamente a questo c’è il peccato della ribellione.

Dobbiamo renderci conto che ci è richiesto:
assoluta ubbidienza
assoluta purità
assoluta generosità
assoluto amore
assoluta onestà
e un ambiente non inquinato.

Non sono mie idee, ma critiche lezioni della Bibbia

Leggete il documento: COS’É IL PECCATO?



http://www.peterjamesx.com/Italian/Italian%20Docs%202010/What%20Is%20Sin.htm




Informazioni Supplementari:

Ci sono alcuni aoggetti e situazioni che possono essere oltre il nostro controllo,
In queste circostanze bisogna chiedere consiglio e guida su queste materie.

La realtà è che il nostro ambiente non può essere benedetto
e in pace se questi oggetti non sono stati rimossi.

Ecco alcuni oggetti che comunemente causano alle case
di non essere in pace e benedette come dobrebbero esserle:
Falsa letteratura delle chiese false di ogni tipo, da essere stampata
o sul computer o printer, DVD, CD, video, giornali che raffigurano soggetti
che sono stati dichiarati delle abominazioni come la pornografia, omosessualità,
lesbismo, bestialità, pedofilia, prostituzione, stupro, estrema violenza, torture
e stregoneria in tutte le sue maschere come Harry Potter, Lord of the Ring, ecc.,
droghe, sigarette e cibo immondo che sono stati dichiatrati delle abominazioni.
 
Ora che lo sapete, cosa farete prima che sia veramente troppo tardi?
Tornare in alto Andare in basso
Vedere il profilo dell'utente
 
LA LEZIONE DI ACAN SI APPLICA A NOI AL GIORNO D’OGGI
Vedere l'argomento precedente Vedere l'argomento seguente Tornare in alto 
Pagina 1 di 1
 Argomenti simili
-
» Caro diario
» Amigurumi, come imparare - Tutorial primi passi
» Cucito creativo - abc
» Prima lezione: LE RUNE
» Prima lezione 2015

Permesso di questo forum:Non puoi rispondere agli argomenti in questo forum
ULTIMI TEMPI :: DOCUMENTI DI PETER JAMES-
Andare verso: