ULTIMI TEMPI


 
IndiceCalendarioFAQCercaLista utentiGruppiRegistrarsiAccedi
Ultimi argomenti
» se donerai un sorriso
Sab Ott 19, 2013 6:09 pm Da filippo

» una stella ti fa ricordare
Ven Ott 11, 2013 10:02 pm Da filippo

» dona l'amore
Ven Ott 11, 2013 9:12 pm Da filippo

» un ricordo
Gio Ott 10, 2013 9:14 pm Da filippo

» il cielo e il sole e il mare
Gio Ott 10, 2013 9:14 pm Da filippo

» LADRO DEL TEMPO
Gio Ott 10, 2013 7:00 pm Da filippo

» TORNADO MOSTRO IN USA
Sab Ott 05, 2013 5:38 pm Da filippo

» GUARDAVO LA BELLEZZA
Ven Ott 04, 2013 9:35 pm Da filippo

» INGHILTERRA, USA, AUSTRALIA, CANADA SONO PEGGIO DI SODOMA
Mer Ott 02, 2013 7:36 pm Da filippo

» QUANDO IL TUO CUORE
Mar Ott 01, 2013 3:10 pm Da filippo


contatori internet

http://www.finedeitempi.altervista.org/

 

http://www.peterjamesx.com/

Chi è in linea
In totale ci sono 4 utenti in linea :: 0 Registrato, 0 Nascosti e 4 Ospiti :: 1 Motore di ricerca

Nessuno

Il numero massimo degli utenti in linea è stato 98 il Mer Nov 26, 2014 10:00 pm

Condividere | 
 

 PARLARE IN LINGUE

Vedere l'argomento precedente Vedere l'argomento seguente Andare in basso 
AutoreMessaggio
filippo



Data d'iscrizione : 27.01.10
Età : 37

MessaggioOggetto: PARLARE IN LINGUE    Dom Mag 09, 2010 12:16 pm

Molti cristiani dichiarano che se non si parla in quello che chiamano
“in lingue” non si è stati “Battezzati nello Spirito Santo” quindi non
si è un vero cristiano.
É stata mia esperienza personale.
Satana usa questa menzogna per promuovere divisioni tra “cristiani.”

Se guardate la tele degli evangelisti li vedrete “parlare in lingue” durante
le prediche. L’assemblea dei fedeli viene assicurata che il loro
ministro/prete è ispirato dallo Spirito Santo.
“Il parlare in lingue” non è un distintivo di giustizia, ma di potere spirituale.
Dobbiamo domandarci: “Chi è la fonte di questo potere spirituale?”

Domando: “Cosa ha che fare lo Spirito Santo con il parlare in lingue
come insegnato da milioni di cristiani e pentacostali?”

In principio, fino al tempo della torre di Babele, tutti i popoli sulla terra
parlavano una sola lingua.
In quel tempo Dio l’Eterno parlava alle sue persone nella lingua che
aveva creato. Esse gli parlavano nella stessa lingua.

In quel tempo non era richiesto parlare in una lingua speciale per essere
uditi. La situazione è completamente diversa al giorno d’oggi, si può
parlare a Dio l’Eterno nella propria lingua.
Egli ha creato tutte le lingue, quindi le conosce tutte.
Conosce anche quello che c’è nei cuori e pensieri quindi spesso può
benedire prima che si pronunci una sola parola.
Non era necessario parlare in lingue.

Matteo 6:8 Non siate dunque come loro, perché il Padre vostro
sa di quali cose avete bisogno ancor prima che gliele chiediate.

Ai tempi di Noè si parlava una sola lingua.

Genesi 11:1 Tutta la terra aveva una sola lingua e le stesse parole.

Quando Gesù Cristo stabilirà il Suo regno, possiamo essere certi che
ci sarà una sola lingua pura come aveva originalmente inteso.

Vediamo in Genesi 11:6-8 che a causa della costruzione di una torre
per raggiungere i cieli Dio l’Eterno aveva deciso di disperdere le genti
su tutta la terra e inoltre dato alle varie famiglie diverse lingue.
Quindi i popoli vennero separati in nazioni e lingue.

Genesi 11:6 Il Signore disse: «Ecco, essi sono un solo popolo
e hanno tutti una lingua sola; questo è l'inizio della loro opera e ora quanto
avranno in progetto di fare non sarà loro impossibile.
Genesi 11:7 Scendiamo dunque e confondiamo la loro lingua,
perché non comprendano più l'uno la lingua dell'altro».
Genesi 11:8 Il Signore li disperse di là su tutta la terra ed essi essarono
di costruire la città.
Genesi 11:9 Per questo la si chiamò Babele, perché là il Signore confuse
la lingua di tutta la terra e di là il Signore li disperse su tutta la terra.

In Genesi 10, vediamo che ognuno dei tre figli di Noè aveva la propria
lingua, le loro famiglie nelle loro nazioni.

I discendenti di Iafet:
Genesi 10:5 Da costoro derivarono le nazioni disperse per le isole nei loro
territori, ciascuno secondo la propria lingua e secondo le loro famiglie,
nelle loro nazioni.

I discendenti di Cam:
Genesi 10:20 Questi furono i figli di Cam secondo le loro famiglie
e le loro lingue, nei loro territori e nei loro popoli.

I discendenti di Sem:
Genesi 10:31 Questi furono i figli di Sem secondo le loro famiglie
e le loro lingue, territori, secondo i loro popoli.

Notiamo nell’Apocalisse 14:6 che anche negli ultimi tempi ci sarà divisione
di popoli, razza e lingua.

Apocalisse 14:6 Poi vidi un altro angelo che volando in mezzo al cielo
recava un vangelo eterno da annunziare agli abitanti della terra
e ad ogni nazione, razza, lingua e popolo.

L’angelo che parla nell’Apocalisse 14:6 ad ogni nazione con la sua propria
lingua è lo stesso a quello che era successo nel giorno della Pentecoste.

Atti 2:4 ed essi furono tutti pieni di Spirito Santo e cominciarono
a parlare in altre lingue come lo Spirito dava loro il potere d'esprimersi.
Atti 2:5 Si trovavano allora in Gerusalemme Giudei osservanti di ogni
nazione che è sotto il cielo.
Atti 2:6 Venuto quel fragore, la folla si radunò e rimase sbigottita
perché ciascuno li sentiva parlare la propria lingua.

Era stato veramente un miracolo portentoso che le persone ascoltando
erano in grado di capire quello che era loro detto.
Non erano parole senza senso sotto la maschera delle “lingue,”
ma un avvertimento preciso e chiaro.

Daniele, servo importante e leale dell’Altissimo Dio era della tribù di Giuda.
Quando lui e i suoi tre amici erano stati selezionati per servire
Nabucodònosor dovettero imparare la lingua dei Caldei.

Daniele 1:4 giovani israeliti di stirpe reale o di famiglia nobile, senza difetti,
di bell'aspetto, dotati di ogni scienza, educati, intelligenti e tali da poter stare
nella reggia, per essere istruiti nella scrittura e nella lingua dei Caldei.

La capacità e l’attitudine di parlare, ascoltare, scrivere e capire le lingue
sono doni dello Spirito Santo.

1 Corinzi 12:28 Alcuni perciò Dio li ha posti nella Chiesa in primo luogo
come apostoli, in secondo luogo come profeti, in terzo luogo come maestri;
poi vengono i miracoli, poi i doni di far guarigioni, i doni di assistenza,
di governare, delle lingue.

1 Corinzi 12:10 a uno il potere dei miracoli; a un altro il dono della profezia;
a un altro il dono di distinguere gli spiriti; a un altro le varietà delle lingue;
a un altro infine l'interpretazione delle lingue.

Dobbiamo notare che la parola “le lingue” è al plurale.
Qual’è lo scopo di avere una moltitudine di lingue spirituali?

Tutti i doni di Dio l’Eterno hanno uno scopo.

L’apostolo Paolo era un uomo molto colto che aveva studiato sotto
Gamaliele.

Atti 5:34 Si alzò allora nel sinedrio un fariseo, di nome Gamaliele,
dottore della legge, stimato presso tutto il popolo. Dato ordine di far uscire
per un momento gli accusati,

Atti 22:3[/color] Ed egli continuò: «Io sono un Giudeo, nato a Tarso di Cilicia,
ma cresciuto in questa città, formato alla scuola di Gamaliele
nelle più rigide norme della legge paterna, pieno di zelo per Dio,
come oggi siete tutti voi.

Paolo fece tre viaggi missionari in Asia e uno a Roma.
Senza la capacità di parlare e capire le persone nelle loro lingue
i suoi viaggi sarebbero stati infruttuosi e poco produttivi.

1 Corinzi 14:18 Grazie a Dio, io parlo con il dono delle lingue molto più
di tutti voi;

Desiderava che altre persone fossero come lui in modo che sarebbe
state in grado di predicare a più persone.

1 Corinzi 14:5 Vorrei vedervi tutti parlare con il dono delle lingue,. . . .

Il Medio Oriente era una zona molto cosmopolita, quindi era importante
ammonire
di controllare il parlare nelle chiese.
Sarebbe stato inutile avere delle persone che parlavano alle riunioni
se nessuno potesse capire quello che si diceva.
Paolo diceva che il numero di quelli che parlavano in lingua straniera
doveva essere limitato e ci doveva essere sempre un interprete.

1 Corinzi 14:27 Quando si parla con il dono delle lingue, siano in due
o al massimo in tre a parlare, e per ordine; uno poi faccia da interprete.
1 Corinzi 14:28 Se non vi è chi interpreta, ciascuno di essi taccia
nell'assemblea e parli solo a se stesso e a Dio.

Per mia esperienza personale non ho mai visto nessuno interpretare
quello che viene detto “ in lingue.”

Come si può sapere quello che dice un pastore che “ parla in lingue?”
Potrebbe dire a una donna seduta in prima fila che è bella o altre cose.
La bibbia dice che molti pastori sono immorali.
Dico ai pastori e profeti di cercare nella loro bibbia riguardo loro
e saranno sorpresi.

Dio L’Eterno ha cercato tutti i modi affinchè che il suo popolo lo ascolti.
Ha detto che avrebbe usato persone che parlano altre lingue,
ma sapeva che anche questo non avrebbe funzionato.

1 Corinzi 14:21 Sta scritto nella Legge: Parlerò a questo popolo in altre l
ingue e con labbra di stranieri, ma neanche così mi ascolteranno,
dice il Signore.

Paolo voleva che ogni cosa venisse fatta decentemente e in ordine.
É accennato nello stesso capitolo che parla delle lingue.

1 Corinzi 14:40 Ma tutto avvenga decorosamente e con ordine.

Paolo aveva anche fatto notare l’inutilità e la confusione se parecchi
avessero parlato allo stesso tempo in lingue diverse.

1 Corinzi 14:23
Se, per esempio, quando si raduna tutta la comunità,
tutti parlassero con il dono delle lingue e sopraggiungessero dei non
iniziati o non credenti, non direbbero forse che siete pazzi?

“Parlare in lingue” significa semplicemente il parlare in lingue straniere.

L’insegnamento che borbottare parole senza senso detto “parlare in lingue”
mostra la presenza dello Spirito Santo non è sopportato dalle scritture.

La presenza dello Spirito Santo ha precise caratteristiche.
“ Parlare in lingue,” cioè parole senza senso e “sentirsi bene” non sono
accennati nella bibbia.

Galati 5:22 Il frutto dello Spirito invece è
amore,
gioia,
pace,
pazienza,
benevolenza,
bontà,
fedeltà,
mitezza,
dominio di sé;
Galati 5:23 contro queste cose non c'è legge.
Galati 5:24 Ora quelli che sono di Cristo Gesù hanno crocifisso
la loro carne con le sue passioni e i suoi desideri.
Galati 5:25 Se pertanto viviamo dello Spirito, camminiamo anche
secondo lo Spirito.

Si tratta di una questione piccola e irrelevante e non bisogna preoccuparsi?
No, non possiamo.
É una questione importantissima!

Cosa ha luogo?
Quelli che praticano “parlare in lingue” si aprono agli spiriti maligni.
Tempo fa era venuta a trovarmi una signora che era stata
“nell’Esercito di Gesù” che ha sede a Northampton.
Parlare in lingue è normale in questa organizzazione.
Stavamo conversando normalmente in cucina mentre cucinavo,
quando improvvisamente senza alcuna ragione aveva incominciato
a rimproverarmi e insultarmi e dicendomi
che non avevo lo Spirito Santo perchè non parlavo in lingue.

Ero rimasto talmente sorpreso che avevo bruciato la mio nuova padella
in acciaio inossidabile.
Come era incominciato improvvisamente era terminato e aveva
incominciato a piangere. Mi aveva detto che non sapeva cosa le era
venuto e desiderava che l’aiutassi.
Nessuno dei frutti dello Spirito accennato in Galati 5:22 erano presenti
in questa signora,
che pretendeva di avere lo Spirito Santo e certamente non era in controllo
di quello che diceva.
Non ho mai parlato in lingue e non ho mai desiderato farlo.

Come ho già detto
É molto imprudente dire amen che significa così sia a qualcuno che prega
per voi “in lingue.”
Non avete alcuna idea di quello che dice e invece di benedirvi potrebbero
maledirvi.

Parlare in lingue è una stregoneria.
Nel libro di Rebecca Brown “É venuto per liberarvi.” Elaine, la strega
lo spiega chiaramente.
Ha detto che le streghe che sembrano delle meravigliose “cristiane”
vanno in chiesa o alle riunioni e prontamente malediscono i parrocchiani,
l’assemblea dei fedeli e i preti/ministri in “lingue.”

Satana usa parecchio le nostre emozioni per influenzarci.
Molti dicono si sentono bene farlo, e non fa del male a nessuno.
É un ragionamento insensato e anche satanico

Secondo la mia esperienza personale ubbidire allo Spirito Santo
non da un senso emozionale.
Non c’è spettacolo e nessun drama emozionale.
Quando le persone si contorcono per terra facendo diverse giravolte
non significa che lo Spirito Santo sia coinvolto, spesso è l’opposto.

Parlare in lingue non è dell’Eterno Dio.
Parlare in lingue non è un segno di giustizia e spiritualità.

Possiamo aggiungere che il contorcimento sul terreno e i diversi suoni
animaleschi non sono di Dio.
Credete veramente che il Maestoso Creatore Eterno Dio si ridurrebbe
ad agire come un cane, sua creatura dichiarata da Lui immonda?
Pensateci!
Fa senso?
I doni dello Spirito non sono cose che alter persone o noi stessi preghiamo
o prepariamo.
I doni dell’Eterno Dio non richiedono assolutamente nessuna attività
da parte nostra,
eccetto ubbidire a quello che ci ha comandato.
Questo è il contrario di quello praticato sotto la maschera del battesimo
dello Spirito.

Credo che essere coinvolto in qualsiasi attività che implica gli spiriti maligni,
danneggia la salute.

Essendo spirito guidato è un modo di vita e non un sentimento di esultanza
per alcuni minuti.
Il modo dell’Eterno non è una vita di soluzione, ma di Pace e Gioia Eterna.

Una Pace e Gioia che oltrepassa tutta comprensione fluisce da noi
dal dimorante Gesù Cristo.
Questi doni non solo riempiono noi, ma anche il nostro ambiente.

Lode al SIGNORE per liberarci dall’inganno crudele del “Parlare in Lingue.”

Ora che lo sapete, cosa farete prima che sia veramente troppo tardi?

Ora che lo sapete, cosa farete prima che sia veramente troppo tardi?
Tornare in alto Andare in basso
Vedere il profilo dell'utente
salvatore bennici



Data d'iscrizione : 20.01.11
Età : 33

MessaggioOggetto: Re: PARLARE IN LINGUE    Mar Lug 24, 2012 9:56 pm

salve o letto il documento e o trovato propio tutto quello che o passato e pensato dopo essere stato giudicato per non parlare in lingue ed essere stato criticato perche non sono riuscito a trovare lavoro e aggredito da persone che parlano in lingue cioe da persone che dicono di avere lo spirito santo cioe dio dentro o sempre letto la bibbia dall eta di 8 anni e dopo aver subbito tutte queste cose o pensato al verso che sta in galati 5 versetto 22 e non capivo perche queste persone ripiene di spirito santo non mi trattassero con gioia e non mi aiutassero ma sopratutto perche mi agredissero stasera o letto il documento e o preso la bibbia per cercare di nuovo galati 5 versetto 22 la bibbia si aperta da sola ... pace
Tornare in alto Andare in basso
Vedere il profilo dell'utente
 
PARLARE IN LINGUE
Vedere l'argomento precedente Vedere l'argomento seguente Tornare in alto 
Pagina 1 di 1
 Argomenti simili
-
» Angeli, angioletti e...pittore ti devo parlare....
» Il Cinema della Follia
» La provocazione per partito preso
» Musica e psiche: melodia ed emozioni
» Buon Natale

Permesso di questo forum:Non puoi rispondere agli argomenti in questo forum
ULTIMI TEMPI :: DOCUMENTI DI PETER JAMES-
Andare verso: