ULTIMI TEMPI


 
IndiceCalendarioFAQCercaLista utentiGruppiRegistrarsiAccedi
Ultimi argomenti
» se donerai un sorriso
Sab Ott 19, 2013 6:09 pm Da filippo

» una stella ti fa ricordare
Ven Ott 11, 2013 10:02 pm Da filippo

» dona l'amore
Ven Ott 11, 2013 9:12 pm Da filippo

» un ricordo
Gio Ott 10, 2013 9:14 pm Da filippo

» il cielo e il sole e il mare
Gio Ott 10, 2013 9:14 pm Da filippo

» LADRO DEL TEMPO
Gio Ott 10, 2013 7:00 pm Da filippo

» TORNADO MOSTRO IN USA
Sab Ott 05, 2013 5:38 pm Da filippo

» GUARDAVO LA BELLEZZA
Ven Ott 04, 2013 9:35 pm Da filippo

» INGHILTERRA, USA, AUSTRALIA, CANADA SONO PEGGIO DI SODOMA
Mer Ott 02, 2013 7:36 pm Da filippo

» QUANDO IL TUO CUORE
Mar Ott 01, 2013 3:10 pm Da filippo


contatori internet

http://www.finedeitempi.altervista.org/

 

http://www.peterjamesx.com/

Chi è in linea
In totale ci sono 4 utenti in linea :: 0 Registrato, 0 Nascosti e 4 Ospiti :: 1 Motore di ricerca

Nessuno

Il numero massimo degli utenti in linea è stato 98 il Mer Nov 26, 2014 10:00 pm

Condividere | 
 

  FEDE E LUNGA SOFFERENZA

Vedere l'argomento precedente Vedere l'argomento seguente Andare in basso 
AutoreMessaggio
filippo



Data d'iscrizione : 27.01.10
Età : 37

MessaggioOggetto: FEDE E LUNGA SOFFERENZA   Gio Apr 28, 2011 7:31 pm


Mentre il mondo sta precipitando sempre di piu’ nel caos
e nella confusione, ci sono due critici doni spirituali di cui
abbiamo bisogno: Fede e Lunga Sofferenza.

Quando si discute sulla Fede, molte persone pensano che sia
una qualità umana che si possa sviluppare.

Molte persone dicono di desiderare la fede che ha un’altra persona.

Non si rendono conto che è importante avere fede in Gesù Cristo.

Non è una fede umana che si possa intensificare con delle attività.

I veri credenti sono esseri umani che hanno una chiamata spirituale.

Siamo chiamati alla guerra spirituale, applicata dall’Eterno.

Ha già avuto la vittoria su Satana.

Problemi spirituali richiedono soluzioni spirituali.

Spesso i nostri problemi fisici sono il risultato delle condizioni
spirituali.

Spesso i nostri problemi sono più grandi di quello che siamo
in grado di affrontare

La nostra fede deve dipendere completamente e del tutto nel Dio Eterno.

Dobbiamo non solo credere, ma anche sapere che l’Eterno
si prenderà cura dei nostri interessi in tutte le circostanze.

Non importa come le cose ci sembrano o come succedono
o quanto dobbiamo soffrire.

DAVIDE E GOLIA

Tra il giovane Davide e Golia si è tratttato di uno scontro tra un grosso
uomo e un ragazzo.

1 Samuele 17:33Saul rispose a Davide: «Tu non puoi andare
contro questo Filisteo a batterti con lui: tu sei un ragazzo
e costui è uomo d'armi fin dalla sua giovinezza».

É stato uno scontro fisico e spirituale.

Davide era un ragazzo insolito.

1 Samuel 16:13 Samuele prese il corno dell'olio e lo consacrò
con l'unzione in mezzo ai suoi fratelli, e lo spirito del Signore si posò
su Davide da quel giorno in poi. Samuele poi si alzò e tornò a Rama.

Davide sapeva benissimo che avrebbe potuto distruggere Golia
con lo Spirito di Dio in lui.

La sua fede eccedeva quella dei suoi fratelli e di tutto l’esercito israelita.

Non era una fede preparata, ma una realtà per Davide.

Aveva completamente fede nel Dio Eterno.

Zaccaria 4:6 Egli mi rispose: «Questa è la parola del Signore
a Zorobabele: Non con la potenza né con la forza, ma con il mio spirito,
dice il Signore degli eserciti!

Si puo’ vedere chiaramente la fede di Davide.

Non ebbe alcun dubbio che il Signore era arbitro della lotta,
e l’Eterno avrebbe dato la vittoria.

1 Samuele 17:45 Davide rispose al Filisteo: «Tu vieni a me
con la spada, con la lancia e con l'asta. Io vengo a te nel nome
del Signore degli eserciti, Dio delle schiere d'Israele,
che tu hai insultato.

1 Samuele 17:46 In questo stesso giorno, il Signore ti farà cadere
nelle mie mani. Io ti abbatterò e staccherò la testa dal tuo corpo
e getterò i cadaveri dell'esercito filisteo agli uccelli del cielo
e alle bestie selvatiche; tutta la terra saprà che vi è un Dio in Israele.

1 Samuele 17:47 Tutta questa moltitudine saprà che il Signore non salva
per mezzo della spada o della lancia, perché il Signore è arbitro
della lotta e vi metterà certo nelle nostre mani».

Golia non era una persona ordinaria.

La terra di Canaan era abitata da giganti.

Numeri 13:33 vi abbiamo visto ( Nella terra promessa, Canaan)
i giganti, figli di Anak, della razza dei giganti, di fronte ai quali
ci sembrava di essere come locuste e così dovevamo
sembrare a loro».

La parola giganti nel verso summenzionato ha lo stesso
significato che nei Genesi 6:4: I Giganti Nefilimi

Nei nostri documenti:
COSTRUIRE L'ARCA – PARTE II GIORNI DI NOE I GIORNI DI PIOGGIA DI NOE IMMAGINI DI VARI ESSERI ILLUMINATI DEL REGNO (FOTO)






mostriamo che i Nefilimi sono la prole degli angeli caduti
e donne terrestre.

Questi giganti sono cannibali.

Numeri 13:32 Screditarono presso gli Israeliti il paese
che avevano esplorato, dicendo: «Il paese che abbiamo attraversato
per esplorarlo è un paese che divora i suoi abitanti;
tutta la gente che vi abbiamo notata è gente di alta statura;

Golia era alto 2 metri e 60.

La sua armatura pesava circa 57 Kg..

L’asta della sua spada pesava 33 Kg..

Solo la vista delle sue armi creava paura e panico ai suoi avversari.

Il completo documento si trova nel 1 Samuele 17.

Davide, tenendo una fionda e 5 sassi levigati ando’ verso
il suo nemico Golia e lo affronto’ e confronto’ nel nome del Signore.

Il sasso venne lanciato dalla fionda e l’Eterno lo guido’ verso la fronte
del mezzosangue, spaccando la fronte di Golia che in un attimo
fu morto.

Il documento summenzionato è un esempio supremo di fede.

Noi tutti dobbiamo domandare all’Eterno tutto quello
che abbiamo bisogno, compreso la nostra fede.

Non esiste umanamente niente che valga la pena di cui basarsi.

Personalmente preferisco domandare all’Eterno quello che ho bisogno
e credo fermamente che l’Eterno mi ascolterà e risponderà.

Combatte tutte le nostre lotte.

Si potrebbe pensare che nella battaglia a Armageddon i santi
che accompagnano Gesù Cristo fanno la guerra con Lui.

Non è per niente vero.

Gesù Cristo distrugge i Suoi nemici con la grande spada
che gli esce dalla bocca.

Tutto quello che l’esercito dovrà fare é accompagnarlo.

Apocalisse 19:14 Gli eserciti del cielo lo seguono su cavalli bianchi,
vestiti di lino bianco e puro.

Apocalisse 19:15 Dalla bocca gli esce una spada affilata per colpire
con essa le genti. Egli le governerà con scettro di ferro
e pigerà nel tino il vino dell'ira furiosa del Dio onnipotente.

Apocalisse 19:21 Tutti gli altri furono uccisi dalla spada
che usciva di bocca al Cavaliere; e tutti gli uccelli
si saziarono delle loro carni.

Dobbiamo avere fede in Cristo e lasciare che Lui combatti
tutte le nostre battaglie.

Apocalisse 19:16 Un nome porta scritto sul mantello e sul femore:
RE DEI E E SIGNORE DEI SIGNORI.

Il secondo dono spirituale che abbiamo bisogno è la lunga sofferenza.

Molte chiese stanno predicando il vangelo di ricchezza e salute.

Non ho sentito che qualcuno stia predicando che noi siamo chiamati
a una vita di lunga sofferenza.

La sofferenza é essenziale per la nostra crescita spirituale.

Quando soffriamo, personalmente diventiamo coinvolti nella sofferenza
di Gesù Cristo a favore di tutto il corpo.

Questo è veramente una dichiarazione sbalorditiva.

Colossesi 1:24 Perciò sono lieto delle sofferenze che sopporto
per voi e completo nella mia carne quello che manca
ai patimenti di Cristo, a favore del suo corpo che è la Chiesa.

Un piccolo studio mostrera’ che i veri seguaci di Cristo
sono sempre stati perseguitati.

Possiamo vederlo nella vita degli apostoli e santi dai tempi
di Gesù Cristo fino ad oggi.

Il Libro dei Martiri di Fox è dedicato a questo soggetto.

Matteo 5:10 Beati i perseguitati per causa della giustizia,
perché di essi è il regno dei cieli.

Matteo 5:11 Beati voi quando vi insulteranno, vi perseguiteranno
e, mentendo, diranno ogni sorta di male contro di voi per causa mia.

Matteo 5:12 Rallegratevi ed esultate, perché grande è la vostra
ricompensa nei cieli.Così infatti hanno perseguitato i profeti prima di voi.

Se avete avuto sempre una vita facile dovete incominciare
a preoccuparvi, perchè non è la vita per la quale siamo stati chiamati
e che possiamo aspettarci.

L’Eterno ci da la forza di sopportare le sofferenze.

Non sto dicendo che è facile e senza dolore, al contrario
senza l’aiuto dell’Eterno non saremmo capaci di farcela.

Gesu’ Cristo fu reietto e lo è ancora.

Questa è la maggiore causa di tutta la nostra sofferenza.

Isaia 53:3 Disprezzato e reietto dagli uomini, uomo dei dolori
che ben conosce il patire, come uno davanti al quale
ci si copre la faccia, era disprezzato e non ne avevamo alcuna stima.

Isaia 53:4 Eppure egli si è caricato delle nostre sofferenze,
si è addossato i nostri dolorie noi lo giudicavamo castigato,
percosso da Dio e umiliato.

Isaia 53:5 Egli è stato trafitto per i nostri delitti, schiacciato
per le nostre iniquità.Il castigo che ci dà salvezza si è abbattuto
su di lui per le sue piaghe noi siamo stati guariti.

Possiamo dimenticare tutte le foto di Cristo crucifisso
e i piccoli crucifissi che ai nostri giorni quasi tutti portano.

Isaia 52:13 Ecco, il mio servo avrà successo, sarà onorato,
esaltato e molto innalzato.

Isaia 52:13 Come molti si stupirono di lui - tanto era sfigurato
per essere d'uomo il suo aspetto e diversa la sua forma da quella
dei figli dell'uomo -

Il corpo di Gesù Cristo fu talmente sfigurato che quasi non sembrava
più’ normale.

Gesù Cristo ha sofferto in tale modo che noi non potremmo
mai sopportare.

Dobbiamo renderci conto che la Sua sofferenza fu a una dimensione
spirituale, perche’ prese tutti i peccati di tutto il mondo.

1 Giovanni 2:2 Egli è vittima di espiazione per i nostri peccati;
non soltanto per i nostri, ma anche per quelli di tutto il mondo.

Propitaziazione significa riconciliazione attraverso il sangue.

Credo che tutti noi abbiamo una buonissima idea della sofferenza.

Dobbiamo considerare il concetto della lunga sofferenza.

Spesso preghiamo che gli altri possano cambiare in modo
che possa essere più facile andare d’accordo.

Preghiamo e preghiamo e niente succede.

Non riusciamo a renderci conto che l’Eterno sta tentando di fare cambiare noi
e non gli altri.

Spesso vuole che sperimentiamo quello che Lui sta sperimentando,
ma noi non ci arriviamo.

Un esempio:

Supponiamo che sto desiderando disperatamente di trovare
l’anima gemella e voglio sposarla.

Incontro la piccola Miss Bellissima e spero molto che tutto vada bene,
perchè è la mia donna ideale.

Tutti i giorni aspetto le sue telefonate, alcune volte arrivano, altre volte no.

Aspetto che venga a trovarmi, qualche volta succede, altre volte no.

Tutte le volte che sento il rumore di una macchina, guardo fuori
della finestra sperando che stia arrivando Miss Adatta, ma spesso non è lei.

Questo succede giorno dopo giorno, settimana dopo settimana,
mese dopo mese, anno dopo anno.

Quindi possiamo incominciamo a capire come l’Eterno si sente
e stia soffrendo a lungo.

Egli è solo e si sta domandando:
«Dov’è la Mia Sposa?”

Sta aspettando che la Sua Sposa si faccia pronta.

Si sta domandando:
«Dov’è la Mia Sposa?”

Sta aspettando dal tempo di Adamo.

Si sta domandando:
«Dov’è la Mia Sposa?”

Da quando Gesù Cristo e’ venuto e morto per tutti noi,
si sta domandando:
«Dov’è la Mia Sposa?”

Ora che non vi è più tempo la domanda è sempre la stessa.
«Dov’è la Mia Sposa?”

è come un giovane che desidera sposarsi, l’attesa lo fa quasi impazzire,
quindi cerca di fare tutto il possibile.

Ha fatto sacrifici, ma sembra che i progetti temporeggiano
e si domanda:
«Dov’è la Mia Sposa?”

Non vi è differenza nel caso dell’Eterno.

Mettetevi nei Suoi panni e capirete quello che l’Eterno sta provando.

Potete anche essere sposati, ma a causa delle vostre vite separate
sotto lo stesso tetto vi fate la stessa domanda:
«Dov’è la Mia Sposa?”

Quando considerate le differenze della relazione alla luce,
allora giudicate diversamente.

Potete fare la stessa cosa con situazioni strane affrontate al lavoro,
con i vostri figli e l’apparente malattia senza fine che tutti
noi sperimentiamo.

Quando vi rimettete in forze di tutte queste esperienze
di lunga sofferenza, siete meglio preparati per simpatizzare con gli altri,
aiutandoli a sopportare i loro pesi.

Senza questa esperienza avete solamente un’intesa intelletuale
ma non una vera esperienza pratica.

Per favore non pensate che stia dicendo che la lunga sofferenza è facile
o piacevole.

Non lo è.

Per mia esperienza personale la lunga sofferenza mi aiuta a vedere
le cose nella giusta prospettiva.

Nel mio lavoro con i computers ho passato giorni dopo giorni
cercando di risolvere i problemi, in quanto non avevo nessuno
a cui rivolgermi.

Siccome è il mio guadagnarmi da vivere non ho altra scelta.

Ho trovato molto interessante che tutte le volte che vi era qualcuno
che avrebbe potuto aiutarmi non era mai disponibile.

Tutto questo mi ha insegnato ad avere pazienza e una lunga sofferenza.

Spero che vi possa aiutare a capire che la fede e la lunga sofferenza
sono due qualità spirituali che beneficia moltissimo il Corpo di Cristo.

Si dovrebbe desiderare imparare da queste esperienze dolorose,
ma necessarie
Messaggi di Peter James
Tornare in alto Andare in basso
Vedere il profilo dell'utente
 
FEDE E LUNGA SOFFERENZA
Vedere l'argomento precedente Vedere l'argomento seguente Tornare in alto 
Pagina 1 di 1
 Argomenti simili
-
» GF9, FEDE IN DISCO A MILANO METTE IN MOSTRA LO SLIP
» Da abito e gonna lunga ad abitino asimmetrico - Riciclo creativo!
» Composizioni treni viaggiatori a lunga percorrenza circolanti in Sicilia
» Cos'è la fede?
» Da gonna lunga ad abitino monospalla - Riciclo creativo

Permesso di questo forum:Non puoi rispondere agli argomenti in questo forum
ULTIMI TEMPI :: DOCUMENTI DI PETER JAMES-
Andare verso: